Month: maggio 2019

Mag30

Venezia e lo sposalizio del mare: una tradizione lunga più di mille anni

 

 

 

Durante il giorno dell’ascensione (festa de la Sensa) il 2 giugno, Venezia celebra due ricorrenze, “Lo sposalizio del Mare” e “La Pace di Venezia”.

La prima è una cerimonia molto antica che va a commemorare la conquista della Dalmazia da parte del Doge Pietro II Orseolo, e che è stata istituita circa 1000 anni fa il giorno dell’Ascensione proprio perchè coincide con il giorno nel quale il Doge partì per la sua spedizione.

La cerimonia deriva in realtà da riti pagani molto più antichi, durante i quali (un pò in tutte le zone portuali Cervia e Pisa la festeggiano tuttora) venivano offerti dei preziosi al mare per ottenerne i favori e placarne le acque, così da favorire il commercio e la pesca. Venezia, una delle più antiche Repubbliche marinare, che con l’acqua ha avuto da sempre uno stretto rapporto, celebra una solenne cerimonia e un corteo di barche guidato dal Doge (oggi sindaco) che si reca alla bocca di Porto del Lido recitando «per noi e per tutti i navigatori il mare possa essere calmo e tranquillo» viene poi aspersa l’acqua santa nelle acque antistanti. Il rito dal 1965 prevede l’offerta di un anello al mare accompagnato dalla preghiera «Desponsamus te, mare. In signum veri perpetuique dominii.

Nel 1177, venne conferita sacralità all’evento, per volere di papa Alessandro III, in riconoscimento al ruolo che ebbe Venezia nella battaglia di Salvore contro Federico Barbarossa e terminata poi con la resa dell’imperatore e la firma del trattato di pace con il Papa, conosciuto come “Pace di Venezia” che decretò la fine degli scontri fra papato e impero.

 

Mag15

Iniziare giugno con fine settimana ricco di eventi

Fra il primo e il due di giugno 2019 ci sono diversi eventi che potrebbero accontentare un pò tutti i gusti di chi sceglie Venezia come meta di questo weekend. Il b&b dai Carari è ben collegato con la città sull’acqua e non sarà difficile raggiungerla, per chi programma di regalarsi questo weekend ma non sa di preciso cosa fare e cosa vedere di seguito segnaliamo degli interessanti appuntamenti.

 

64° Regata delle antiche Repubbliche Marinare Italiane – 1 giugno

Ad iniziare questo weekend Veneziano ricco di eventi, una rievocazione storica che si svolge a rotazione nelle quattro città che si sfidano: Venezia, Pisa, Genova e Amalfi, le quattro repubbliche marinare (che si trovano anche nello stemma della Marina Militare). La competizione fu inaugurata nel 1955, e vede nel primo giugno 2019 la sua sessantaquattresima edizione ufficiale, gli sfidanti “rievocano la rivalità sul dominio del mediterraneo” partendo vicino alla Biennale e arrivando in Canal Grande, vicino al campo della Madonna della Salute. Alla squadra vincitrice andrà un trofeo in oro ed argento, realizzato dalla scuola orafa Fiorentina, trofeo che rimarrà in possesso per un anno al vincitore, fino alla prossima edizione.

Quattro Galeoni con i simboli e i colori delle quattro Repubbliche ad accompagnare il corteo storico. Il verde e il leone di San Marco per Venezia, il rosso e l’acquila del Sacro Romano Impero per Pisa, il bianco e il Drago di San Giorgio per Genova e l’azzurro e il cavallo alato per Amalfi.

Su repubbliche marinare troverete maggiori informazioni riguardo questo evento imperdibile

le quattro Repubbliche Marinare nello stemma della Marina mMilitare

 

 

La festa della Repubblica – 2 giugno

Un’antichissima Repubblica Marinara come Venezia non può che festeggiare questo giorno, il 2 giugno, in Piazza san Marco, di fronte alle autorità e alcuni dei Reparti in Armi dello Stato. Verranno letti il messaggio del Presidente della Repubblica, altri messaggi per celebrare la giornata e infine l’alzabandiera.

 

 

La festa de la Sensa – 2 giugno

Fra le innumerevoli manifestazioni che vedono l’acqua protagonista, c’è sicuramente la Festa de la Sensa (il giorno dell’Ascensione), nella quale si celebrano due ricorrenze,

  • Lo Sposalizio del Mare, durante il quale da più di mille anni il Doge in un corteo acqueo rende omaggio al mare.
  • La “pace di Venezia”, un trattato di pace datato 1177 fra Papa Alessandro II, l’Imperatore Federico Barbarossa e Venezia.

 

 

Canaletto – Ritorno del Bucintoro dal Molo – 1733

 

Maurice Marinot – dal 25 marzo al 28 luglio 2019

Proprio di fronte a San Marco, si trova l’isola di San Giorgio, potreste raggiungerla in questi giorni per visitare un interessante mostra sulle opere dell’artista e maestro vetraio Maurice Marinot – il vetro, 1911-1934. Oltre 200 opere e disegni per rendere omaggio a Maurice Marinot questo grande artigiano e figura fondamentale nella scena del vetro contemporaneo ma non ancora del tutto conosciuta dal grande pubblico.

Nella vicina isola di San Giorgio Maggiore, presso Le Stanze del Vetro verrà allestita una prima mostra “primaverile” che esplora l’utilizzo del vetro nell’arte e nel design, quest’anno con Marinot, mentre nella seconda mostra “autunnale” verranno indagati di anno in anno i talenti che hanno disegnato e progettato per la vetreria Venini. Presso il sito delle stanze del vetro maggiori informazioni.

Può essere l’occasione giusta per scoprirla visto è a metà strada fra Piazza san Marco e il Lido dove si svolgeranno il Palio delle Repubbliche Marinare, la festa della Repubblica e la festa della Sensa.

Maurice Marinot-flaconi-1932-ca

Noi vi aspettiamo, non esitate a contattarci per prenotare la vostra camera e godervi un weekend a Venezia!

 

Mag06

La festa del Redentore

Migliaia di turisti ogni anno accorrono per assistere a questo evento. Il Redentore è uno delle tradizioni più belle e sentite dai Veneziani, sia per il valore religioso della festa sia per lo spettacolo pirotecnico riflesso sull’acqua (leggi qui per saperne di più).

 

Offerta speciale

Solo per chi prenota le notti del 20 e 21 luglio, e soltanto per la camera matrimoniale, potrete dormire da noi a

  • 140,00€ camera matrimoniale o letti singoli.
  • 80€ camera singola

E per l’occasione si potrà fare la colazione un pò più tardi, senza sovrapprezzo!

Nelle nostre colazioni cerchiamo di accontentare tutti i gusti e le intolleranze, basta chiedercelo al momento della prenotazione.

 

ponte di barche che collega la chiesa del Rentore alla fondamenta delle zattere

Il programma

 

SABATO 20 LUGLIO

VENEZIA

  • Ore 19.00 – Apertura del ponte votivo che collega le Zattere con la Chiesa del Redentore all’isola della Giudecca
  • Ore 23.30 – Spettacolo pirotecnico in Bacino di San Marco 

 

DOMENICA 21 LUGLIO

REGATE DEL REDENTORE – Canale della Giudecca:

  • Ore 16.00 – regata dei giovanissimi su pupparini a 2 remi
  • Ore 16.45 – regata su pupparini a 2 remi
  • Ore 17.30 – regata su gondole a 2 remi
  • Ore 19.00 – Santa Messa Votiva presso la Chiesa del Redentore, Isola della Giudecca

 

nel video la regata su gondole a due remi del 2018

 

Come spostarsi

Qualsiasi sia il vostro programma quel giorno, è bene tenere a mente le modifiche e i potenziamenti alle linee urbane ed extraurbane per evitare sorprese negli spostamenti. Dal b&b dai Carari potrete raggiungere comodamente la Stazine di Oriago in 15 min a piedi o due min in auto, consigliamo il treno per il ritorno alla notte (linea adria-mestre) perchè è comodo, costa meno dell’autobus e “solitamente” viene organizzata una corsa speciale verso le 2 della mattina della domenica con la quale potrete rincasare.

Prenotate subito!

 

Mag04

La festa del Redentore

Il famoso Redentore, che tutti conoscono come l’evento pirotecnico riflesso sulla laguna che richiama migliaia di visitatori a Venezia ogni anno, fa riferimento in realtà ad un avvenimento del ‘500. Venezia e i suoi abitanti festeggiano annualmente una ricorrenza importante, la grazia ricevuta per l’uscita dalla peste del 1575, una peste tremenda che colpì circa 50.000 persone sulle 180.000 dell’epoca, in quegli anni il Doge era Alvise Mocenigo, il quale non vedendo miglioramenti annunciò la costruzione di una chiesa dedicata al Redentore, come voto, qualora la pestilenza fosse passata. Quando questo avvenne il 28 febbraio 1556, fu indetto un concorso per la costruzione del nuovo tempio sull’isola della Giudecca, Andrea Palladio vinse la gara d’appalto e i lavori partirono lo stesso anno. Da quel momento ogni anno i veneziani si riuniscono a festeggiare tutti assieme, la fine della pestilenza, ogni terza domenica di luglio, dal 20 luglio del 1577, la chiesa del Redentore viene collegata da un ponte di barche per il pellegrinaggio ai fedeli che vanno a rendere omaggio alla Chiesa del Redentore con una messa votiva.

La tradizione vuole che la giornata del sabato invece sia dedicata ai festeggiamenti, dove ognuno fa festa a modo suo, vengono adornate a festa le proprie imbarcazioni, serviranno ad accogliere amici e parenti, chi suona, chi si porta lo stereo, gli amici affiancano le barche e ci si troverà tutti assieme nel bacino di San Marco per l’ora di cena a banchettare. Allo stesso modo, lungo le rive, si preparano dei tavoli dove famiglie parenti e amici si riuniranno per mangiare e aspettare il lieto evento.

Lungo le calli è un gran fermento, qualcuno cerca di raggiungere il pontile dove gli amici con la barca verranno a recuperarlo, qualcun’altro cerca di raggiungere il tavolo con gli amici, a chi arriva da “turista” invece conviene correre per prendersi un posto sulla riva dal quale godersi comunque spettacolo pirotecnico, se siete fra questi dovrete organizzarvi e partire con molto anticipo per evitare, di trovarvi imbottigliati fra due palazzi e veder poco o nulla, vi conviene trovarvi un posto comodo gia dalle prime ore del pomeriggio!

 

la festa del Redentore

 

Lo spettacolo pirotecnico, uno fra i più suggestivi, che si rispecchia nelle acque calme della laguna attira migliaia di curiosi ogni anno, che si affacciano sulla laguna per passare una notte magica, e una volta finito, si riversano nelle calli per tornare a casa con le corse notturne speciali oppure continuano la festa in direzione Lido per ballare in spiaggia fino al mattino, se siete appiedati, come prima, vale il consiglio di armarsi di pazienza e prevedere di perdere diversi vaporetti troppo pieni prima di arrivare a destinazione.

Continuate a leggere il programma aggiornato dell’evento e la nostra offerta per voi

 

Curiosità:

Lo sapevate che un regolamento assegna diverse zone a diversi tipi di imbarcazioni? Per esempio le barche a vela vanno ormeggiate in riva della Giudecca, i pescherecci a sant’Elena, e quelle a remi di fronte al mercato del sale.

Lo stesso ponte che collega la Chiesa del Santissimo Redentore a luglio, è lo stesso che viene riutilizzato per l’evento sportivo della Venice Maraton in ottobre.

ecco un video di veneziaautentica.com che rende l’idea della serata